top of page

Arte e Cultura
nel cuore di Vicenza

i cardini del nostro lavoro

Valorizzazione

Il nostro impegno è volto a conservare e valorizzare non solo i luoghi storici appartenti al Monte di Pietà, ma anche la memoria storica dell'istituzione.

promozione

Crediamo nell'importanza di promuovere concretamente i giovani talenti e di consolidare il percorso di quelli già affermati, nella musica, nell'arte e nella cultura.

collaborazione

Vogliamo tessere una rete con le altre realtà del territorio, proponendo progetti d'insieme volti alla diffusione e valorizzazione del patrimonio materiale ed immateriale.

Cosa ci muove

Attraverso gli Eventi al Monte rendiamo concreto il nostro impegno per valorizzare la cultura e il patrimonio artistico, risorse fondamentali per migliorare la qualità della vita della comunità e promuovere lo sviluppo del territorio.

Concerti, mostre, incontri non solo per favorire il benessere di tutti, ma anche per sviluppare nuove competenze e talenti, far conoscere l'inestimabile ricchezza in cui siamo immersi, sensibilizzare alla cura del patrimonio culturale della nostra città.

Coerentemente con questa visione, gli eventi che promuoviamo si svolgono all'interno degli ambienti più caratteristici di Palazzo del Monte - Chiesa di San Vincenzo e Sala dei Pegni - e sono a titolo gratuito, confermando l'originaria natura filantropica della Fondazione Monte di Pietà di Vicenza.

Una breve storia dei nostri eventi

1996

La premessa

Per iniziativa del vescovo di Vicenza viene ripristinata la celebrazione della Santa Messa nella chiesa di San Vincenzo, officiata in lingua latina.

Mons. Giulio Cattin, insigne musicologo, inizia a sostenere le celebrazioni con il canto gregoriano e con la polifonia, invitando gruppi corali di Vicenza e provincia.

Inizia la collaborazione tra la "Schola Vincentiana", diretta dal maestro Filippo Furlan, e  la Fondazione Monte di Pietà che, oltre a garantire il canto alle principali celebrazioni, produce negli anni programmi concertistici di rilievo, in particolare nel repertorio rinascimentale e barocco, senza tralasciare pagine importanti della musica contemporanea.

Volendo offrire un appuntamento a cadenza annuale, nel 2017 ha inizio la serie concertistica de "I Venerdì al Monte": tre incontri legati da un fil rouge, che vedono protagonisti artisti nazionali ed internazionali nella Chiesa di San Vincenzo, parte del complesso del Palazzo del Monte.

Nella chiesa di San Vincenzo ha luogo la prima mostra, "Per addizione e sottrazione", di Andrea Marchesini. Contemporaneamente, si tiene un reading dal libro di poesie "Giorno Zero" di Edoardo Gallo, con accompagnamento musicale.

2017

Le stagioni musicali

2018

Il restauro della Sala dei Pegni

In occasione del completamento del suo restauro, viene inaugurata la Sala dei Pegni, dove si tiene l'allestimento della mostra "Origini" di Thomas Scalco.

Da questo momento le attività espositive e le conferenze assumono un carattere continuativo.

2017

La prima mostra

Locandina stagione musicale "I Venerdì al Monte", Fondazione Monte di Pietà di Vicenza
Restauro Sala dei Pegni, Palazzo del Monte, Vicenza
Schola Vincentiana, concerto Chiesa San Vincenzo

1998

L'idea iniziale

2023

Uno sguardo al futuro

Nasce Eventi al Monte, che per la prima volta assume la veste di una vera e propria stagione artistica, tra iniziative consolidate e nuove proposte, che spaziano dai concerti alle mostre, da momenti teatrali a presentazioni di libri ed incontri con artisti ed autori.

Locandine Venerdì al Monte.jpeg

I protagonisti

Fin dall'inizio, le stagioni musicali al Monte di Pietà di Vicenza offrono un palcoscenico in cui artisti di fama nazionale e internazionale si fondono con brillanti giovani talenti. Questo connubio dà vita a una proposta musicale che abbraccia diverse epoche e generi, dal Rinascimento al contemporaneo, con una varietà di repertori che attendono solo di essere riscoperti ed esplorati grazie al virtuosismo dei nostri protagonisti.

Il Palazzo del Monte offre i suoi spazi per mostre che celebrano sia artisti già affermati che emergenti, provenienti da ogni angolo del Paese o dalla nostra comunità locale. Qui, questi talenti propongono visioni uniche e suggestive con esposizioni caratterizzate dalle diverse tematiche e tecniche che condividono tutte un tratto comune: l'imprescindibile qualità artistica delle opere selezionate.

Insieme a protagonisti di incursioni nel mondo del teatro, della danza e della performance artistica, prestigiosi editori ed autori ci accompagnano in speciali serie di incontri dedicate ai libri (al farli, al leggerli, all'amarli) per innamorarsi di scrittori e poeti di ieri e di oggi e indagare insieme il ruolo della letteratura, della musica e dell'arte nelle nostre vite.

La direzione artistica

Filippo Furlan

Filippo Furlan collabora con la Fondazione Monte di Pietà di Vicenza dal 1997.

Formatosi come storico della musica, allievo di Giulio Cattin all'Università di Padova, è un artista polivalente, attivo in particolare come direttore musicale del gruppo vocale Schola Vincentiana dal 1997, direttore artistico della Libera Cantoria Pisani dal 1998 e coordinatore di Liturgia e Musica a San Vincenzo, cartellone che nel tempo ha coinvolto i più importanti cori e gruppi vocali della provincia.

Da oltre vent'anni è attivo come libero professionista nel management artistico.

Filippo Furlan, direttore artistico della Fondazione Monte di Pietà

Gli organizzatori

Fondazione Monte di Pietà

Nata nel 1995 come ente senza scopo di lucro, la Fondazione Monte di Pietà di Vicenza ha come peculiare area di riferimento la città e la provincia. Persegue scopi di utilità sociale e di promozione dello sviluppo locale preminentemente nei settori dell'arte, della conservazione dei beni di interesse storico ed artistico e delle attività culturali, oltre che dell'assistenza e della tutela delle categorie sociali più deboli.

Spazi interni della Fondazione Monte di Pietà di Vicenza

Palazzo del Monte

Palazzo del Monte S.r.l. è l'impresa strumentale controllata dalla Fondazione. Il complesso monumentale che porta il suo nome, affacciato su Piazza dei Signori e su Corso Palladio, è composto da spazi di alto pregio sotto il profilo storico - che ospitano le rassegne artistiche e gli incontri culturali condivisi con la Fondazione - oltre che da molteplici unità a indirizzo commerciale e professionale e da alcune eleganti soluzioni residenziali.

Palazzo del Monte S.r.l., Vicenza

Gli spazi della Stagione

Chiesa di San Vincenzo

Un palcoscenico straordinario per lasciarsi emozionare

Come un cuore nel cuore del secolare Palazzo del Monte di Pietà di Vicenza, si trova la chiesa di San Vincenzo, sede di concerti dal 1998.

Grazie alla sua ottima acustica, è adatta ad accogliere artisti di spicco nel repertorio della musica colta e non solo.

I posti disponibili al suo interno sono 100, il che la rende spazio intimo, ma di assoluta meraviglia e suggestione per chi vuole godere di un'esperienza singolare ed impattante.

Facciata chiesa di San Vincenzo su Piazza dei Signori, Vicenza
Sala Pegni, Palazzo del Monte, Vicenza

Sala dei Pegni

Un incontro fra passato e presente

Chiamata così per la sua originaria funzione di locale in cui venivano effettuati i prestiti, è ideale per mostre, conferenze e presentazioni di libri. Dotata di tutte le tecnologie necessarie, può accogliere fino a 48 persone.

Sul soffitto si nasconde un tesoro d'arte e di storia: la tela di Alessandro Maganza, Allegoria della Carità, a creare un'armoniosa commistione di antico e moderno.

Il Colonnato e il Cortile

Uno spazio all' aperto di grande fascino

Affacciati su Contrà del Monte, l'atrio dalle alte colonne e il cortile interno muttoniano rappresentano uno scenario di assoluta suggestione per accogliere incontri, reading, concerti e dialoghi: un angolo di bellezza immerso nel pieno della vita cittadina, dove godersi qualche momento in compagnia dell'arte, della cultura e della riflessione.